Lo starter pack di Philip Roth

Sono già passati tre anni dalla morte di Philip Roth. L’ultimo suo romanzo, Nemesi, risale al 2010; di lì a poco il maestro decise di non scrivere più, consapevole di aver detto tutto e di aver costruito un mondo – fatto di romanzi, racconti, saggi – che resterà nella storia della letteratura. Tutti dovrebbero leggere Roth, ma non tutte le sue opere sono facilmente accessibili: il rischio di partire con il libro sbagliato, senza dare una seconda possibilità all’autore, è molto forte. Quello che segue è uno starter pack, tre testi da cui iniziare per avventurarsi nel suo mondo.

Il 1997 di Steven Stelfox

Nel 1997 muore Lady Diana e Tony Blair diventa primo ministro. J. K. Rowling pubblica Harry Potter e la pietra filosofale, Dario Fo vince il premio Nobel per la letteratura. Ronaldo arriva all’Inter e vince il Pallone d’oro. I cinema proiettano Titanic di James Cameron. E poi c’è la musica: escono Be Here Now degli Oasis, Ok Computer dei Radiohed, Urban Hyms dei Verve, Time Out of Mind di Bob Dylan, Blur dei Blur, Pop degli U2, The Fat of the Land dei Prodigy, Dig Your Own Hole dei Chemical Brothers e Spiceworld delle Spice Girls.

Gli Einaudi Tascabili sono in saldo

Fino al 14 marzo, gli Einaudi Tascabili sono in vendita con il 20 per cento di sconto. La promozione è valida in alcune librerie fisiche e nei principali store online, da Amazon a Ibs. Non è una promozione sensazionale, ma da quando lo Stato ha imposto il limite massimo del cinque per cento agli sconti applicabili sui libri – fatta eccezione per le campagne a tempo limitato come questa – bisogna accontentarsi.

Di guerra, d’amore e di Brexit

La seconda guerra mondiale vissuta nel cuore del Terzo Reich, l’amore ai tempi del liceo e dell’università, l’Inghilterra alle prese con la Brexit e l’intolleranza. Sono i temi portanti di tre romanzi di grande successo appena ristampati in edizione economica, giusto in tempo per l’estate.