Il ritorno di Joël Dicker

Joël Dicker scrive lo stesso romanzo dal 2012. Prendete La verità sul caso Harry Quebert, Il libro dei Baltimore, La scomparsa di Stephanie Mailer e L’enigma della camera 622, l’ultimo bestseller pubblicato da La Nave di Teseo: sono quattro romanzi fiume con personaggi e ambientazioni diverse, ma lo schema è sempre quello. C’è un delitto/mistero, la polizia indaga senza approdare a nulla, passano gli anni e i protagonisti risolvono il caso tra colpi di scena degni dei migliori romanzi d’appendice.

Nella giungla dei virus

Nel 2014 la casa editrice Adelphi ha pubblicato un saggio (608 pagine, 29 euro: roba da intenditori) sul “salto di specie” dei virus dagli animali all’uomo. Il libro – uscito due anni prima negli Stati Uniti – è rimasto a lungo nascosto fra gli scaffali della saggistica.

Sei anni più tardi, ripubblicato in economica e in formato eBook, Spillover di David Quammen è un bestseller: nelle settimane del lockdown è salito sul podio dei libri più venduti in assoluto, neanche fosse l’ultimo romanzo di Elena Ferrante.

Il pianeta Federer

Poco prima che il mondo entrasse in lockdown, Sperling & Kupfer ha pubblicato Roger Federer. La biografia definitiva: la firma è di René Stauffer, l’uomo che ha seguito per decenni le gesta di Roger dentro e fuori dai campi.

Questo non è il primo libro del giornalista svizzero sulla carriera di Federer, tanto che l’editore si è inventato il sottotitolo La biografia definitiva: una scelta azzardata se pensiamo che il racconto si ferma al 2019 e solo la diffusione del coronavirus ha impedito che altre imprese, numeri e storie finissero per arricchire la vicenda umana e sportiva del tennista di Basilea.

Da David Foster Wallace in giù, i titoli dedicati a RF sono moltissimi e scrivere qualcosa di nuovo (o anche solo di innovativo) sul tema è sempre più difficile. Va detto subito: i fan della prima ora non troveranno alcuna rivelazione, eppure il lavoro di Stauffer ha i suoi pregi e merita di essere letto.