Kavalier e Clay, vent’anni di Pulitzer

Venerdì 11 giugno verranno assegnati i premi Pulitzer. È la settimana giusta per celebrare il ventesimo anniversario della vittoria di Michael Chabon con Le fantastiche avventure di Kavalier e Clay: il romanzo è del 2000, il Pulitzer arrivò l’anno dopo e fu una delle scelte più felici mai compiute dalla giuria.

The Best of Racquet

Racquet è una rivista trimestrale fondata nel 2016 da Caitlin Thompson e David Shaftel per celebrare «la cultura e lo stile del tennis». Pubblica pezzi lunghi e narrativi, slegati dall’attualità (per quello ci sono la mailing list e il podcast) e affidati a grandi firme. Nel 2020 i migliori articoli sono stati inclusi in Racquet. The Book, una sorta di “the best of” destinato alle librerie: una lettura utile per decidere se abbonarsi o meno alla rivista, consigliata per imparare a scrivere di tennis, imperdibile per i maniaci della racchetta.

Il 1997 di Steven Stelfox

Nel 1997 muore Lady Diana e Tony Blair diventa primo ministro. J. K. Rowling pubblica Harry Potter e la pietra filosofale, Dario Fo vince il premio Nobel per la letteratura. Ronaldo arriva all’Inter e vince il Pallone d’oro. I cinema proiettano Titanic di James Cameron. E poi c’è la musica: escono Be Here Now degli Oasis, Ok Computer dei Radiohed, Urban Hyms dei Verve, Time Out of Mind di Bob Dylan, Blur dei Blur, Pop degli U2, The Fat of the Land dei Prodigy, Dig Your Own Hole dei Chemical Brothers e Spiceworld delle Spice Girls.

Splendori e miserie di una rock band

12 luglio 1979, Daisy Jones & The Six suonano al Chicago Stadium davanti a una folla adorante. La mattina successiva, il supergruppo nato dall’incontro fra la band di Billy Dunne e l’ex groupie di Los Angeles non esiste più: resta solo Aurora, ancora presente nelle classifiche degli album che hanno fatto la storia del rock, e il ricordo di un tour diventato leggenda.