Le Adidas Stan Smith prima di Stan Smith

L’International Tennis Hall of Fame ha inaugurato una mostra virtuale, Kicks on Court, sull’evoluzione delle scarpe da tennis nella storia. Ampio spazio è dedicato alle Adidas Stan Smith, indossate da milioni di persone ignare del fatto che il nome deriva dal tennista che le ha rese immortali: Some People Think I’m a Shoe! è una massima di Stan, oltre che il titolo di un libro dedicato alle sneakers della casa tedesca.

Non saprei dire quante Stan Smith ho acquistato e indossato nella mia vita, certo ho sempre pensato di camminare con scarpe nate e cresciute con il tennista americano. Poi ho visitato la mostra virtuale e tutte le convinzioni sono crollate. Ecco qui:

The brand developed its first leather tennis sneaker in the early 1960s, during a time when canvas uppers on shoes was the norm. It featured a pimpled rubber outsole for grip and ankle padding. The sneaker was originally fronted by French pro Robert Haillet, and even had his name branded on the side panels in earlier models. When Haillet retired in 1971, the sneaker was endorsed by American champion Stan Smith after he signed with adidas that year.

Kicks on Court,
International Tennis Hall of Fame

Le Stan Smith si chiamavano Robert Haillet. Nato nel 1931, Robert vanta una semifinale all’Open di Francia del 1960 (nessun risultato di rilievo a Londra e New York, non ha mai messo piede in Australia); lo stesso anno divenne professionista e iniziò a giocare nel tour di Jack Kramer. Al di là di qualche apparizione in Coppa Davis con la Francia negli anni cinquanta, niente di memorabile. Ma è l’unico uomo che può dire di aver indossato le Stan Smith prima di Stan Smith.

La locandina della mostra virtuale dell’International Tennis Hall of Fame

Se siete appassionati di sneakers, scorrendo le pagine di Kicks on Court troverete bellissime immagini e grandi storie. Ci sono le Nike di John McEnroe, Pete Sampras e Roger Federer, le Converse di Chris Evert, le Adidas di Stefan Edberg e le FILA di Monica Seles. Mi sembra che con il passare degli anni le scarpe da tennis diventino sempre più brutte, ma è il prezzo da pagare alla tecnologia e all’aerodinamica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...